Gli eventi

Cosa c'è in programma?

Dal 18 luglio 2021 al 10 ottobre 2021 presso il Museo Diocesano di Nardò “Mons. Aldo Garzia”, avrà luogo la mostra IL POTERE DELLA PITTURA - RAPPRESENTAZIONE E SEGNO di Antonio Del Donno. La mostra è organizzata da SIA Servizi Museali srl, Solver Sud Salento srl, Container71 srl, in collaborazione con Archivio Del Donno (Pres. Alberto Molinari). 

Il percorso artistico di ANTONIO DEL DONNO (Benevento, 1927) inizia nella prima metà degli anni cinquanta con le serie di disegni a china - architetture urbane, strade, ferrovie - anticipatrici della forte seduzione per il segno grafico che diventerà il leit-motiv della sua intera produzione. Sempre desideroso di sapere e di conoscere, Del Donno frequenta quotidianamente la galleria di Lucio Amelio a Napoli e presenzia assiduamente ai maggiori eventi artistici che si succedono freneticamente in quegli anni in Italia e all’estero: dalle Biennali alle Triennali, dalle Quadriennali alle fiere e alle mostre più importanti, sempre accompagnato dall’amico Mimmo Paladino con il quale condivide ogni avvenimento. Si forma direttamente all’interno dell’ambiente artistico e vive le esperienze di un’epoca storica - quella delle avanguardie degli anni ’60 e ’70 - contrassegnata da radicali cambiamenti e forti rotture. Parallelamente, comincia a produrre e ad esporre il frutto del suo lavoro con un’intensità che è, ancor oggi, a dir poco sorprendente. L’assiduità della pratica e la volontà gli hanno permesso di raggiungere una sicurezza straordinaria che non sconfina mai nel manierismo e nella ripetitività fine a sé stessa. La quotidianità del fare artistico - per lui indispensabile - è da leggere essenzialmente come gesto liberatorio e comunicatore. Osservando gli ultimi lavori si percepiscono una freschezza e una forza mai venute meno nel corso degli anni, che rendono inimmaginabile l’effettiva età anagrafica dell’autore. Del Donno è un artista che ha sempre perseguito i suoi ideali con un convincimento che molti potrebbero invidiargli. Le mode non l’hanno soggiogato, il denaro e la fama non l’hanno divorato; dall’alto del suo “piedistallo” può permettersi di esprimere feroci critiche contro chi fa dell’arte una mera questione di business. Assumendosi il rischio di venir confinato ai margini dell’ambiente artistico - ma così non è stato - Del Donno ha scelto la purezza di spirito e di linguaggio per comunicare il suo pensiero che va “intuìto” per mezzo della sensibilità e non “spiegato e capito”, come non si possono “spiegare e capire” il canto degli uccelli, un’alba, un tramonto … La sua filosofia ben si percepisce osservando l’intero corpus delle opere, dai Contenitori di luce ai Vangeli, dalle Parole di fuoco alle Tagliole e ai lavori più recenti, che richiamando ironicamente il mondo della pubblicità, criticano il consumismo e la superficialità che spesso ci circonda. Tutto il lavoro di Del Donno è coerente con il suo modo di essere e portatore di valori profondi: onestà intellettuale, autenticità, libertà. Si sono occupati ampiamente della sua produzione Achille Bonito Oliva, Filiberto Menna, Mirella Bentivoglio, Enrico Crispolti, Giuseppe Galasso,ecc. Le sue opere sono esposte in più di 45 città e in oltre 72 luoghi diversi fra musei, mostre permanenti, spazi privati ed istituzionali. Sono stati anche istituiti due musei permanenti nelle città di Benevento ed Anagni, dedicati all’artista.

Il MUSEO DIOCESANO DI NARDÒ, intitolato a “Mons. Aldo Garzia” è allocato al primo piano dell’antico Seminario di Nardò, in piazza Pio XI, e dispone di uno spazio espositivo molto ampio con 7 grandi sale e due corridoi, oltre i servizi (biglietteria, bookshop, servizi igienici, ascensore, sala per il restauro). Nel museo è confluito il patrimonio storico-artistico del Tesoro della Cattedrale, a partire dal 1099, insieme con altre opere provenienti da diverse chiese della città e della diocesi di Nardò. Inaugurato ufficialmente il 7 giugno 2017, la gestione del Museo è affidata a S.I.A. srl.

TARIFFE (il biglietto d’ingresso comprende la visita al museo e alla mostra)

INGRESSO ORDINARIO: € 4,00

INGRESSO RIDOTTO: € 2,50 (Il biglietto è ridotto del 50% ai cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 14 e i 25 anni).

INGRESSO GRATUITO - Ai cittadini extracomunitari e dell’Unione Europea minori di 14 anni; - Ai cittadini extracomunitari e dell’Unione Europea portatori di handicap e ad un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza sociosanitaria; - Agli allievi dei corsi di alta formazione della Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro; Opificio delle Pietre Dure; Scuola per il Restauro del Mosaico); - Per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonché da organi del Ministero.

Creato: Domenica, 18 Luglio 2021 09:00

Dall’11 luglio 2020 al 30 gennaio 2021 presso il Museo Diocesano di Nardò “Mons. Aldo Garzia”, avrà luogo la mostra FRAMMENTI DI PUGLIA di Harold Miller Null curata da Paolo Cortese e Rocco Marino. La mostra è organizzata da SIA Servizi Museali srl, Solver Sud Salento srl, Container71 srl e Giovanni Altamura - Arte Moderna e Contemporanea.

HAROLD MILLER NULL: nacque nel 1916 a Filadelfia. Dopo aver interrotto gli studi di medicina cominciò a viaggiare all’estero: in Asia, Perù, Nigeria e Spagna fotografando paesaggi con intento documentaristico seppure con gusto raffinato. Nel 1955 si trasferì a Roma per studi classici e si lasciò influenzare dalla pittura orientale e dall’opera di Giorgio Morandi, del quale apprezzò la semplificazione geometrica delle nature morte. Nel 1963 partecipò all’esposizione “Photography in the fine arts IV” a New York, nel 1963 una sua mostra fu presentata da Renato Guttuso. Dopo una serie di viaggi in Sud America, Asia, Africa si stabilì in Umbria a San Martino dei Colli per gestire una piccola azienda agricola. Nel 1990 la città di Ferrara gli dedicò due mostre “Riva di Pio” a casa Cini e “Vibrazioni” a Palazzo dei Diamanti. Morì a San Martino dei Colli nel 1996. Le sue opere sono presenti nelle collezioni permanenti del Museo d’arte moderna e del Metropolitan Museum di New York, nei musei d’arte di Filadelphia e Cleveland presso collezioni pubbliche e private.

FRAMMENTI DI PUGLIA: Harold Miller Null ha una visione raffinata ed intimista del paesaggio pugliese che riduce all’essenza del frammento: un battente bronzeo, un capitello cesellato, un bassorilievo consunto sono dettagli che l’artista ci mostra con un gioco di specchi frantumati, architetture spezzate con dettagli di elementi nascosti in un rimando di luoghi conosciuti che ci portano ad ammirare la nostra Puglia.

Il Museo Diocesano di Nardò, intitolato a “Mons. Aldo Garzia” è allocato al primo piano dell’antico Seminario, in piazza Pio XI, e dispone di 7 grandi sale in cui sono esposti il notevole patrimonio storico-artistico del Tesoro della Cattedrale e le opere provenienti da diverse chiese della città e della Diocesi di Nardò tra cui arredi originali, preziosi calici, paramenti sacri, statue in cartapesta, legno e gesso, pregiati dipinti e affreschi e oggetti liturgici in argento, gioielli in oro ed ex-voto. Inaugurato il 7 giugno 2017, il Museo è gestito da SIA srl.

Tariffe (il biglietto d’ingresso comprende la visita al museo e alla mostra)

Ingresso ordinario: € 4,00

Ingresso ridotto: € 2,50

(Il biglietto è ridotto del 50% ai cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 14 e i 25 anni).

Ingresso gratuito

  • Ai cittadini extracomunitari e dell’Unione Europea minori di 14 anni;
  • Ai cittadini extracomunitari e dell’Unione Europea portatori di handicap e ad un loro familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
  • Agli allievi dei corsi di alta formazione della Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro; Opificio delle Pietre Dure; Scuola per il Restauro del Mosaico);
  • Per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonché da organi del Ministero.

ORARI:

Giugno - Settembre:                                                                              

Dal lunedì al venerdì dalle 10,30 – 13,00 e dalle 17,30 -21,00.                

Sabato e domenica dalle 10-30 alle 13-00 e dalle 17,30 alle 21,30.

Giovedì chiuso.

Ottobre-Maggio:

Lunedì, martedì e mercoledì dalle 9,30 alle 13,30.

Venerdì, sabato e Domenica dalle 16,00 alle 20,00.

Giovedì chiuso.

                                                                                                                                                                                            

Info e contatti

Indirizzo: Piazza Pio XI 73042 Nardò (LE)

Telefono: 0833.571514

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.museodiocesanonardo.it

Creato: Sabato, 27 Giugno 2020 16:30

Respirare la spiritualità dell'antica città di Nardò e scoprirne i suoi significati più profondi...

Il Museo Diocesano di Nardò è lieto di presentare " NARDO' SACRA ", visita guidata esperienziale, alla scoperta del museo diocesano di Nardò, della Cattedrale "Maria SS. Assunta" e delle altre meravigliose chiese e luoghi di culto del centro storico della città, tra cui il Monastero di Santa Chiara, per conoscere la figura di Suor Chiara D'Amato, "la grande mistica del Mezzogiorno". La visita si conclude con degustazioni di vini locali e prodotti tipici all'interno della Sala Roma nell'Ex Seminario - in Piazza Pio XI – che ospita il Museo Diocesano intitolato a Mons. Aldo Garzia. "NARDO' SACRA" è un'esperienza indimenticabile da vivere con tutta la famiglia!                                           

"NARDO' SACRA" si terrà tutti i sabato da giugno a settembre, dalle 16:30 alle 18:30 circa.

 

Creato: Mercoledì, 23 Maggio 2018 08:41

Il cortometraggio resta oggi uno dei modi più efficaci per comunicare un'idea, un messaggio o un prodotto, ma è un mondo complesso da costruire. Il Laboratorio di Scrittura e Sceneggiatura, promosso dalla società S.I.A. – Servizi Museali, che gestisce il Museo Diocesano di Nardò, e tenuto da ScritturaSeneggiaturaSalento con i tutor Fausto Romano e Marta de Nitto Personé, ha lo scopo di ideare, scrivere e realizzare un corto-spot con i partecipanti che saranno selezionati attraverso un colloquio motivazionale.

Il laboratorio si svilupperà, nel Museo Diocesano di Nardò, in quattro incontri da 3 ore l'uno distribuiti nei weekend del 28-29 aprile e del 5-6 maggio. Nei primi 2 incontri i tutor forniranno ai partecipanti i principali strumenti della narrazione: la linea della storia, i cerchi del protagonista, il triangolo della scelta, il quadrato del valore. Con questi strumenti, i partecipanti lavoreranno su un'idea per il corto. Le idee più originali saranno sviluppate nel terzo incontro, quando i partecipanti impareranno le regole di base per scrivere un soggetto e una sceneggiatura. Il lavoro migliore sarà trasformato in cortometraggio nel corso del quarto incontro.

Per informarsi o iscriversi: su Facebook, alla Pagina del Museo Diocesano di Nardò o sulla pagina di Scrittura Sceneggiatura Salento o per email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (telefono Museo Diocesano Nardò: 0833.571514).

Fausto Romano, attore, scrittore e regista, è autore di due romanzi: Grazie per aver viaggiato con noi (Lupo Editore, 2013) e Anche i pesci hanno il mal di mare (Alter Ego Edizioni, 2016). Suoi i cortometraggi “CRATTA”, coprodotto da Apulia Film Commission e vincitore di numerosi premi, e “La giraffa senza gamba” vincitore del bando MigrArti del MiBact e presentato alla 74. Mostra del Cinema di Venezia.

Marta De Nitto Personé, esperta di comunicazione cinematografica e pubblicitaria, ha lavorato in Communication & Pr di agenzie e aziende internazionali, conseguendo nello stesso periodo il diploma di sceneggiatura del Kino di Roma in collaborazione con la scuola Holden. Collabora col regista Fausto Romano come supervisore della sceneggiatura e aiuto regia nel cortometraggio “La giraffa senza gamba”.

Creato: Sabato, 10 Marzo 2018 15:19

Giovedì 28 dicembre - ore 19,00 si terrà la presentazione delle opere "ritrovate" che saranno ricollocate presso il Museo Diocesano di Nardò "Mons. Aldo Garzia".

L'eventro si terrà presso il salone dell'ex Seminario (Sala Roma), in Piazza Pio XI, di fronte alla Cattedrale.

La Cittadinanza è invitata.

Creato: Sabato, 23 Dicembre 2017 15:43

Domenica 12 novembre, dalle 17.30, si svolgerà una speciale visita guidata del centro storico, della Cattedrale e del Museo Diocesano di Nardò.La storia, i segreti, i riti e i tesori, saranno al centro di un avvincente tour nei luoghi di maggiore interesse del centro storico di Nardò, che si concluderà al Museo Diocesano “Mons. Aldo Garzia”, oasi d’arte, cultura e spiritualità.

A seguire, presentazione del libro di Giuseppe Pascali "La maledizione di Toledo".  Un romanzo storico, ambientato nella regione spagnola della Navarra, all'epoca della caccia alle streghe che tormentò i borghi di Zugarramurdi e Urdax culminando nel novembre 2010 con il più grande autodafé della storia dell'Inquisizione spagnola, quello di Logroňo. La maledizione è quella che Maria De Onega, bruciando sul rogo, lancia al Cardinale Medina, Grande Inquisitore, ma il cui avverarsi si rivelerà anche la redenzione del prelato dalla sua superba crudeltà.

Creato: Giovedì, 09 Novembre 2017 08:57

ORARI

Giugno - Settembre

Dal lunedì al mercoledì dalle 10,30 alle 13,00
e dalle 17,30 alle 21,00

Venerdì dalle 10,30 alle 13,00
e dalle 17,30 alle 21,00

Sabato e domenica dalle 10,30 alle 13,00
e dalle 17,30 alle 21,30


Giovedì chiuso.

Ottobre - Maggio:

Dal lunedì al mercoledì dalle 9,30 alle 13,30.
Dal venerdì alla domenica dalle 16,00 alle 20,00.
Giovedì chiuso.

 

 

Prenota il tour guidato del museo


Obbligatorio *

 

 

 

Un museo è un luogo dove si dovrebbe perdere la testa. (Renzo Piano)